Riviste Specializzate

GUIDA ALLA CONTABILITA' E BILANCIO

4 aprile 2020

Metodi di transfer pricinga confronto su transazioni di beni e di servizi

di Alessandro Germani


Nella disciplina dei prezzi di trasferimento (art. 110, comma 7, del D.P.R. n. 917/1986 1 ) occorre tenere in considerazione, per le transazioni riguardanti sia le cessioni di beni, sia le prestazioni di servizi, il criterio del prezzo di libera concorrenza, che ha sostituito il vecchio criterio del valore normale.
Differenti possono essere le implicazioni a seconda che le transazioni abbiano a oggetto cessioni di beni o prestazioni di servizi, riconducibili da un lato alle caratteristiche delle imprese, dall'altro alla natura degli addebiti operati, in quanto nei gruppi multinazionali generalmente le prestazioni di servizio possono riguardare le cosiddette "management fees" 2 . Nell'ambito dei metodi generalmente utilizzati può essere utile effettuare un parallelo fra uno dei metodi principali - cost plus - e un metodo reddituale attualmente molto utilizzato, il Tnmm (Transactional net margin method).
La principale differenza consiste nel fatto che il primo è basato su margini lordi, mentre il secondo su margini netti. La problematica di transfer pricing non è mai soltanto di tipo fiscale e si accompagna ad aspetti contabili e aziendalistici spesso preminenti.